info@aquasain.it

Acquistare Aquasain

Aquasain

Raccomandazioni per il trattamento delle acque di un pozzo

Spesso, in Aquasain, riceviamo la seguente domanda:

Abbiamo un acqua proveniente da un pozzo e vogliamo usarla all’interno della nostra casa, la vostra azienda ci aiuta a rendere l’acqua potabile?

La risposta è no, Aquasain non rende potabile l’acqua di un pozzo.

Riguardo a questo, ecco i nostri suggerimenti per il trattamento delle acque all’interno di una casa:

  1. Deve essere effettuata un’analisi completa dell’acqua, cercando di riflettere la maggior parte dei parametri definiti nella. (Legge D.lgs. 31/2001).
    E’vero che ci sono molti parametri e requisiti ed economicamente questo può trasformarsi in un incubo, ma si deve pensare che stiamo parlando di un bene che può influire sulla nostra salute. In questo senso, l’analisi della materia organica è una priorità.
    Come consiglio, è bene rivolgersi ai laboratori idrici della pubblica amministrazione perché spesso analizzano l’acqua di privati e sono molto economici.
    In questo modo, ci forniranno i dati sulle nostre acque rispetto ai valori limite fissati dalla legislazione. Se ci fossero dati estremi, dovremmo monitorare o indagare su come potrebbero influenzarci.
    La migliore guida su come un particolare composto può influire sulla nostra salute è la guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità .
  2.  La seconda cosa è avere un buon impianto idraulico. Ciò significa che l’acqua deve provenire dal pozzo verso un serbatoio. Quanto più piccolo, migliore sarà, ma questo dovrebbe essere compatibile con altri usi dell’acqua sulla proprietà, come l’irrigazione delle piante. A seconda della sua posizione abbiamo ancora bisogno di una nuova pompa per ottenere pressione.
  3. La presa d’acqua della vasca non deve trovarsi sul fondo del “massetto” ed è preferibile posizionarla a circa 25cm. In questo modo lasceremo che tutto il fango si assesti. In questo senso è necessario avere anche uno spurgo sul fondo di questo serbatoio per pulire facilmente tutti questi materiali.
    È importante rimuovere tutti i solidi dall’acqua per il semplice motivo che sono luoghi dove i batteri si appoggiano per sviluppare la loro presenza. Pertanto, in acqua pulita, la crescita batterica è molto difficile.
    Se l’acqua, dopo aver lasciato il serbatoio, è ancora torbida, sarà necessario installare un filtro anti-particolato di almeno 100 micron essendo consigliati i 50 micron o inferiori in quanto in grado di rimuovere i batteri.In aggiunta al precedente paragrafo, sarà sempre positivo per i macchinari o gli apparecchi ricevere acqua pulita, perché l’acqua torbida con granelli potrebbe causare rotture.
  4. Indipendentemente dai risultati dell’analisi, è sempre necessario introdurre del Cloro nell’acqua per disinfettarla. Il fatto che il test dell’acqua dia risultati negativi per la presenza di batteri non significa che una volta fatta circolare l’acqua in casa non trovi luoghi che ne favoriscano la crescita.
    Anche se quando si tratta di bere l’acqua usiamo l’acqua in bottiglia, non ci libera, per esempio, dalla legionella, che attacca il nostro corpo quando entra nelle vie respiratorie e in una casa di campagna è normale diffondere l’acqua ovunque.
  5. Se, detto questo, volessimo continuare a bere l’acqua del pozzo, avremo diversi scenari: Il primo è che l’analisi iniziale ha fornito parametri favorevoli. Quindi, se l’acqua è clorurata, saremo in grado di berla senza alcun problema (questo non è diverso da quello che qualsiasi azienda idrica in qualsiasi comune fa), a condizione che si analizzi nuovamente e si controlli che raggiunga il nostro rubinetto in perfette condizioni. Il secondo è che l’analisi iniziale non è stata favorevole in alcuni parametri. Bene, quello che possiamo fare è purificarlo e per questo ci sono due possibilità: l’osmosi inversa o il carbone attivo. Noi di Aquasain apprezziamo particolarmente il carbone attivo per ragioni economiche, di manutenzione e ambientali (per saperne di più visitate la pagina Confronta Aquasain) e naturalmente ci sono sistemi con più capacità di un semplice caraffa Brita.

Come per la possibilità precedente, dovremo riesaminare l’acqua per verificare che ora soddisfi tutti i parametri della legislazione.

Detto questo, vorremmo precisare che Aquasain può certamente aiutarci nel trattamento dell’acqua di pozzo. Come abbiamo già detto, l’acqua può essere completamente potabile e molto dura, poiché il contenuto di Calcio, Magnesio e Bicarbonati non influisce sulla sua potabilità. Tuttavia, il fatto che un’acqua sia potabile e pulita non impedisce che possa incrostarsi e danneggi le nostre caldaie e i nostri elettrodomestici. In molti casi, l’acqua del pozzo è molto calcarea per il suo alto contenuto minerale perché è appena stata estratta dal terreno, e si può dire che è “pura” e non ha subito alcuna aerazione o evaporazione.

In linea di principio, il posto migliore per installare Aquasain è dopo il serbatoio dell’acqua e dopo l’eventuale filtro anti particolato. Se è presente un piccolo serbatoio dove possa essere consumato in meno di 2 o 3 giorni durante tutto l’anno, possiamo prendere in considerazione l’idea di installare Aquasain nel suo riempimento, se l’acqua dal quale riceviamo è pulita.

Commenti

Avatar
Andrea

Vorrei sapere se aquasan può essere utilizzato per un autolavaggio che utilizza aqua di pozzo con vasca di accumulo di 5000 litri non per uso domestico grazie

    Avatar
    Aquasain

    Grazie mille per contattarci,

    Aquasain è principalmente destinato all’uso residenziale.

    Puoi sempre utilizzare Aquasain con altri usi, sapendo il risultato atteso: conversione del cristallo incrostato e che si attacca in un altro che non lo fa.

    Quindi non raccomandiamo di usare Aquasain in un autolavaggio perché probabilmente dopo lo stesso lavaggio compariranno le stesse macchie bianche. La differenza è che saranno facilmente rimovibili con un panno.

    Ciò è incompatibile con un risultato finale che viene consegnato al cliente.

    La migliore pratica per un autolavaggio è quella di utilizzare acqua ad osmosi inversa poiché con questo trattamento vengono rimossi tutti i contenuti minerali e il risultato è l’assenza totale di resti.

Lasci un commento